Oggi è #UnGiornoSpeciale. Barbagallo (UILP):”abbattere ogni forma di barriera”

Oggi, 3 Dicembre, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità, la Uil Pensionati Nazionale ribadisce l’esigenza di abbattere ogni tipo di barriera: culturale, architettonica, cognitiva e sensoriale, per questo è stata lanciata una Campagna di sensibilizzazione per promuovere l’inclusione sociale e l’accessibilità: #UnGiornoSpeciale.

“Le persone con disabilità rappresentano oltre il 5% della popolazione italiana. Sono oltre 3 milioni di persone, di cui 1,5 milioni sono anziani over 75 anni. Anche e non solo per questo, come Uilp è necessario continuare a battersi per la loro piena ed effettiva inclusione all’interno della società.”

È quanto afferma Carmelo Barbagallo, Segretario generale Uil Pensionati, oggi 3 dicembre, in occasione della giornata internazionale delle persone con disabilità, quest’anno dedicata alla ‘Leadership e partecipazione delle persone con disabilità verso un mondo post Covid-19 inclusivo, accessibile e sostenibile’.

“Chiediamo – continua Barbagallo- che non ci siano più discriminazioni di alcun genere sia dal punto di vista sociale sia dal punto di vista lavorativo. Per questo occorre perseguire, quale obiettivo primario, l’abbattimento di ogni forma di barriera: culturale, architettonica, cognitiva, sensoriale e lavorativa.

Siamo convinti che solo costruendo un nuovo approccio multisettoriale, che metta al centro la persona, si possa migliorare la qualità della vita e del benessere delle persone con disabilità.

Le Legge delega sulla disabilità in discussione in Parlamento, e su cui è stato aperto un confronto con le parti sociali, potrebbe rappresentare un grande passo in avanti per garantire i diritti alle persone disabili stabiliti dalla Convenzione delle Nazioni Unite.

Adesso è importante arrivare in fretta all’emanazione della Legge quadro nazionale sulla non autosufficienza, che superi la frammentarietà degli interventi e colmi i divari territoriali, perché la non autosufficienza non può essere legata all’età ma alla condizione delle persone.”