Siglato protocollo di relazioni sindacali tra XII Municipio e sindacati dei pensionati

L’allarme sul welfare e quindi sulla coesione sociale è molto alto perché rischia di non reggere più il modello di welfare romano che nel passato è stato un elemento essenziale dello sviluppo locale e che oggi viene colpito, da un lato dalle scarse risorse disponibili dovute al tagli del Governi, dall’altro dalla necessità crescente di garantire protezione sociale alle categorie di cittadini maggiormente esposte a rischio esclusione quali le anziani e gli anziani che ormai fuori dalle attività produttive spesso restano al margini rispetto ad altre categorie di cittadini.


Ciò premesso, l’Amministrazione del Municipio XII ritiene condizione indispensabile per l’efficacia della propria azione amministrativa, la relazione costante con le parti sociali e le associazioni del territorio. Vi è, inoltre, convinzione e necessità di coinvolgere i corpi intermedi nella costruzione del Patto per lo sviluppo e la crescita del Municipio.
In tale reciproca esigenza, le parti si impegnano, secondo le rispettive prerogative, ad attivare opportune iniziative affinché l’Amministrazione municipale e le parti sociali siano sempre più vicine ai cittadini nella condivisione delle azioni da intraprendere che caratterizzano il territorio nelle sue peculiarità.


Occorre potenziare le risorse del territorio costruendo progetti di valorizzazione urbana e sociale, stimolando la partecipazione costruttiva e creativa di associazioni, comitati e gruppi di cittadini, reti territoriali, in quanto, partecipazione consapevole e crescita civile sono fattori fondanti della democrazia e di un vero sviluppo.
Per affrontare le sfide che attendono il Municipio XII è necessaria la condivisone delle scelte con le parti sociali. Pertanto il Municipio XII e Spi/Cgil COL Lega XII, Fnp Cisl di Roma Capitale e Rieti e Uil pensionati Lazio, con il presente Protocollo, intendono articolare un sistema di relazioni sindacali di categoria, quale efficace strumento per rispondere alle esigenze della popolazione anziana e fragile attraverso un modello avanzato di partecipazione e concertazione su specifici temi.

Le parti condividono la necessità che tutto il percorso avvenga nel pieno rispetto di corrette Relazioni Sindacali, nel reciproco riconoscimento del ruoli e delle rispettive autonomie, con un confronto costante sulle fasi di attuazione, al fine di verificare la coerenza delle scelte organizzative che si andranno a determinare tra la Giunta Municipale e le 00.SS Spi Cgil ROMA COL Lega XII, Frp Cisl Roma Capitale e Rieti e Ull pensionati Lazio, coadiuvate dagli uffici e assessorati ove coinvolti, nel TAVOLO PERMANENTE PER LE POLITICHE PER GLI ANZIANI appositamente previsto per raggiungimento degli obiettivi concordati.
Le parti firmatarie concordano di affrontare in particolare le seguenti materie nell’ambito delle competenze del Municipio.


OBIETTIVI


1. Non autosufficienza/disabilità: sostegno alle persone anziane non autosufficienti e alle loro famiglie con politiche sociali e di sistema adeguate; presa in carico delle persone anziane che si rivolgono al servizi sociali per l’assistenza domiciliare al fine di eliminare le liste d’attesa e di eliminazione delle barriere architettoniche ove segnalate

2. Invecchiamento attivo: valorizzazione e promozione della funzione sociale degli anziani e relativi progetti attuativi anche secondo gli indirizzi della Legge Regionale.

3. Centri Sociall Anziani: riapertura dei centri, politiche relative ai servizi culturali, sportivi e ricreativi, trasformazioni in relazione alla LR sull’invecchiamento attivo, informativa sulla trasformazione degli stessi in APS relativo Regolamento.


4. Politiche co-abitative: strutture residenziali e semi-residenziali, co housing-case protette, convivenze solidali che interessino gli anziani

5. Povertà e inclusione sociale per le implicanze attinenti gli anziani


6. Criteri di utilizzo del fondi del PNRR di competenza del Municipio XII al fini del miglioramento e del potenziamento dei servizi sociosanitari del nostro territorio rivolti alla popolazione anziana

Le parti assumono l’innovazione come elemento trasversale ad ogni intervento: innovazione declinata come innovazione sociale e innovazione tecnologica.


Leave your comment